Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18



Favole Russe Del XVIII Secolo → Ivan Dmitriev. La Moneta D’oro E Il Soldo

Favole Russe Del XVIII Secolo → Ivan Dmitriev. La Moneta D’oro E Il Soldo
Articolo
Rispondi Citando    Download Messaggio 
Messaggio Favole Russe Del XVIII Secolo → Ivan Dmitriev. La Moneta D’oro E Il Soldo 
 
Da Mosca La Voce della Russia

Favole russe del XVIII secolo

Quando la Russia parlava il linguaggio della fiaba.

Un programma di Aurelio Montingelli e Anna Gromova per scoprire nel passato le  profetiche allusioni del presente.

Con irriverenza e fedelta’.


 3dmitriev_1835
Ivan Dmitriev ( 1760-1837)

La moneta d’oro e il soldo.

 

Ivan Dmitriev fu uno di quei nobili che sapevano conciliare la letteratura con il senso dello stato.

Giovanissimo  incomincio’ a pubblicare versi su una prestigiosa rivista di un vulcanico editore ma la popolarita’ gli venne da una tenera poesia che Karamzin aveva  ospitato sul suo “Giornale di Mosca” . “Singhiozza azzurro l’uccellino” fu messa in musica e cantata da tutta Pietroburgo.

Karamzin lo indirizzo’ verso lo studio degli illuministi francesi diventando per lui un costante punto di riferimento specialmente per quel rinnovamento rivoluzionario della lingua che allora veniva portato avanti.

Famosa la sua raccolta di favole dagli inattesi risvolti.

 

Ivan Dmitriev “La moneta d’oro e il soldo” (1789)

 

Non riesco a capire come fu

Ma un  giorno una moneta d’oro

Si trovo’ insieme ad un soldo

Su uno sporco marciapiede.

 

La moneta d’ oro era fiera

E altezzosa

E al soldo si rivolse

Tutta stizzosa.

 

- Come osi, metallo infame

Capitar sotto gli occhi miei?

Tu sconosciuto sei ai grandi dignitari

E destinato alle tasche dei pezzenti.

 

- Non lo metto in dubbio

Esclamo’ il soldo mezzo infangato.

-  Conosco il mio destino,

Ma sapessi quanta gioia

Porto ai poveracci come me.

Mezza pagnotta a chi ha fame

e una fossa a chi ha smesso di soffrire.

Per me nessuno ha alzato la mano sul fratello

Non conosco guerre e assassini.....

Tu invece....

Quanti delitti si compiono in tuo nome!

 

Per quella strada si trovo’ a passare

         Un viandante nel cupo suo mantello

         Saggio era e severo nei giudizi

         E poi i dissidi odiava

         E la pace sempre cercava.

 

Decise cosi’ di mettere ordine nella vita

         Del soldo e della moneta d’oro.

 

Il soldo lui dono’ ad una vedova

         Che passava con il povero orfanello.

 

La moneta d’oro ando’ ad una fanciulla

         Che poco distante da una  finestra

         Offrir gli volle eloquente un gran sorriso.

 

Avete ascoltato “Favole russe del XVIII secolo”

Quando la Russia parlava con il linguaggio della fiaba


http://italian.ruvr.ru/radio_broadcast/55518946/61020901.html

Nella pagina linkata è disponibile il contributo audio.



 
n4italia - Profilo Invia Messaggio Privato  
n4italia [ 23 Novembre 2012, 13:31 ]
 


Favole Russe Del XVIII Secolo → Ivan Dmitriev. La Moneta D’oro E Il Soldo
Commenti
Mostra prima i messaggi di:    
 
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1