Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18




Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
Consulenza Telefonica Sul Classico Disguido Di Compagna Russa Che Ha Portat...
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio 
Messaggio Consulenza Telefonica Sul Classico Disguido Di Compagna Russa Che Ha Portato Via Il Figlio Dall'Italia 
 
Pasquale, utente di alcuni nostri gruppi social, ci ha contattato con un messaggio sul nostro canale WhatsApp per chiedere consigli e aiuto per ciò che la sua compagna russa - già residente con lui in Italia - ha messo in atto verso la fine dell'estate, ossia tornare in Russia insieme al bambino, adducendo di voler fare una visita a sua madre, rimandando poi più volte il rientro a causa di una presunta positività al Covid della stessa madre, finché il nostro amico non ha deciso di recarsi in Russia, nella regione di Kaliningrad, dove non è stato nemmeno fatto entrare in casa della madre della sua compagna. Intervenuta la Polizia, il nostro amico è andato a trascorrere la notte in un albergo delle vicinanze, fidando di poter risolvere la situazione il mattino seguente, mentre la compagna si è allontanata dal suo domicilio abituale insieme al bimbo, troncando di fatto le comunicazioni. Pasquale ha lamentato anche che la Polizia ha dichiarato di non avere competenza sull'accaduto e di trovarsi lontano dalle nostre rappresentanze diplomatiche e consolari, infatti a Kaliningrad non esiste nessuna rappresentanza italiana.

Abbiamo spiegato a Pasquale che la faccenda deve necessariamente essere portata in Tribunale, anche se solitamente questo iter viene intrapreso in Italia, e che la legge russa tutelerà maggiormente la madre in favore del bambino. Lui ha replicato di essere pienamente consenziente a che la (ormai ex) compagna rimanga in Russia, tenendo il figlio con sé, e che l'unico aspetto di suo interesse è di stabilire i suoi rapporti futuri con il figlio e la necessità o meno che lui partecipi alle spese per la sua crescita, l'istruzione e tutto il resto.  Gli abbiamo passato il nominativo e il profilo Telegram di una donna, avvocato a Mosca e specializzata in diritto familiare, con la quale siamo entrati recentemente in contatto. In una chiamata successiva, Pasquale ci ha riferito di aver contattato questo avvocato - che, pur vivendo e lavorando a Mosca, opera anche online per tutto il territorio russo - di averle esposto la situazione e di essere in attesa che lei gli esponga se può agire già dalla stessa regione di Kaliningrad, per poi proseguire dall'Italia o se sarà preferibile iniziare il tutto già una volta rientrato nel nostro Paese.

Raccomandando al nostro amico di prendere visione anche del Forum, gli abbiamo assicurato la nostra futura assistenza.
 




____________
Per info urgenti: 392-6036655. Regolamento e contatti
I nostri social:
Gruppo uff. FB: www.facebook.com/groups/238976363105838
gruppo uff. VK: www.vk.com/club147775722
Twitter: Forum Russia-Italia
 
n4italia - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePage 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Non puoi inserire eventi calendario