Forum Russia - Italia


Arte e Letteratura - Favole Russe Del XVIII Secolo → Aleksandr Sumarokov. “Il Somaro Ambasciatore”



n4italia [ 13 Dicembre 2012, 20:08 ]
Oggetto: Favole Russe Del XVIII Secolo → Aleksandr Sumarokov. “Il Somaro Ambasciatore”
Da Mosca La Voce della Russia.

Favole russe del XVIII secolo

Quando la Russia parlava il linguaggio della fiaba.

Un programma di Aurelio Montingelli e Anna Gromova per scoprire nel passato le profetiche allusioni del presente.

Con irriverenza e fedelta’.


4sumarokov_1
Aleksandr Sumarokov (1717- 1777)

Abbiamo gia’ conosciuto di Aleksansdr Sumarokov “L’asino nelle pelle di leone”, ma oggi vi proponiamo una sua favola su “Venezia” in cui pero’ ogni pietrorburghese scorgeva facilmente la sua citta.

Negli anni della sua giovinezza Sumarokov aveva visto trasformarsi Pietroburgo in crocevia della politica europea. Ogni sovrano voleva avere un suo ambasciatore nella Russia lontana e sconosciuta.

E purtroppo piu’ di una volta arrivavano dei cafoni incipriati che indignavano la citta’.



Aleksandr Sumarokov

“Il somaro ambasciatore”



A Venezia da un paese assai lontano

Arrivo’ un ambasciatore molto strano.



Era fiero ed orgoglioso

E parecchio vanitoso.



Ai veneziani voleva insegnare

Come vivere e come navigare.



A lui che abitava in montagna

Venezia sembrava una cuccagna.



Con le donne le mani allungava

E ai mariti l’educazione spiegava.



I veneziani gentili e cortesi

Sopportavano da mesi.



Mentre lui, l’ambasciatore

Faceva il cafone a tutte l’ore.



Un giorno il Gran Consiglio si riuni’

E un dispaccio spedi’



Alla corte del sovrano

Del paese assai lontano.



All’accurata rimostranza

Il sovrano rispose senza iattanza.



- O Dogi illuminati

E anche un po’ arrabbiati



Da quando quel somaro e’ andato via

Nel regno e’ tornata l’armonia.



Sopportate ancora un poco

Verra’ presto il suo trasloco.



Ogni paese sopporta i suoi somari

Siamo tutti buoni cristiani.-



Il Gran Doge capi’ lo sfogo

E rispose cosi’ pressapoco.



- Anche a Venezia vi sono somari in abbondanza

Ma noi abbiamo la creanza



Di tenerli dalla politica lontani.

E ci teniamo i nostri villani.



E i somari e i cialtroni

Non nominiamo ambasciatori. -



Avete ascoltato “Favole russe del XVIII secolo”

Quando la Russia parlava con il linguaggio della fiaba.


http://italian.ruvr.ru/radio_broadcast/55518946/66542433.html

Nella pagina linkata è disponibile il contributo audio.




Powered by Icy Phoenix