Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18



Consulenza Telefonica Sul Matrimonio In Russia, Con Una Ragazza Madre Di Due Figli Da Due Precedenti Unioni

Consulenza Telefonica Sul Matrimonio In Russia, Con Una Ragazza Madre Di Due Figli Da Due Precedenti Unioni
Articolo
Rispondi Citando    Download Messaggio 
Messaggio Consulenza Telefonica Sul Matrimonio In Russia, Con Una Ragazza Madre Di Due Figli Da Due Precedenti Unioni 
 
Pima di riferire sulla richiesta pervenuta, un piccolo rendiconto statistico: questa è esattamente la centesima richiesta di assistenza giunta alla nostra utenza telefonica..., cento utenti che hanno trovato l'aiuto forumistico tramite il telefono, WhatsApp e gli altri portali sui quali abbiamo aperto nostri account.

E veniamo a noi... Giuseppe, da Parma, ha contattato il nostro numero telefonico - dicendo di aver trovato questo riferimento direttamente tramite Google - per chiedere informazioni su come poter sposare la sua fidanzata russa, probabilmente nella città di lei, Nizhnij Novgorod, con la riserva - all'insorgere di nuove eventuali situazioni che potrebbero modificare questa decisione - di poterla sposare eventualmente nel nostro Paese.

La prima fase della telefonata ha riguardato le limitazioni ai visti e ai viaggi, dettate dall'emergenza sanitaria in atto in questo periodo. Anche Giuseppe si è visto un volo cancellato e non ha potuto avere notizie dall'Ambasciata italiana a Mosca che ha contattato telefonicamente. Un'agenzia di viaggio della sua città gli ha passato l'informazione (a nostro avviso decisamente errata) che i viaggi tra Italia e Russia potrebbero riprendere con regolarità a Giugno: abbiamo informato Giuseppe che le notizie dalle fonti ufficiali russe non prevedono aperture dei viaggi, al momento fino al 31 Luglio, poi sarà tutta una situazione da valutare in base all'andamento - sia in Italia sia in Russia - dell'emergenza sanitaria e delle misure che via via saranno adottate/modificate.

Poi siamo passati all'esposizione dei documenti da preparare in Italia e portare in Russia per la celebrazione del matrimonio:

1. passaporto in originale, con alemno sei mesi di validità residua dopo il viaggio in Russia.

2. certificato di stato libero, da chiedere al Comune e poi fare apostillare in Prefettura. La traduzione del documento può essere effettuata tramite agenzia in Italia e successiva asseverazione (a cura della stessa agenzia) presso il tribunale. Una valida alternativa può essere quella di portare il documento - debitamente apostillato, pena la non validità in Russia - presso uno studio notarile di Nizhnij Novgorod, che provvederà alla copia tradotta in italiano, alla legalizzazione e all'assemblamento dele due parti italiana-russa.

3. copia notarile del passaporto, sempre accompagnata dall'apostille. L'alternativa possibile, per risparmiare una buona fetta del compenso per il notaio, consiste nel produrre in Italia una semplice fotocopia del passaporto, farla apostillare in Prefettura (anche in questo caso la mancata apostille renderebbe il documento impossibile da utilizzare in Russia) e poi rivolgersi al solito notaio russo, chiedendo di legalizzare il documento e - a eventuale richiesta dello ZAGS - accompagarlo da copia tradotta in russo.

Giuseppe è anche stato reso edotto sulla necessità di racarsi (o di far recare la sola moglie) al Consolato italiano di Mosca, per la registrazione e trasmissione della documentazione delle nozze al Comune italiano, nonchè per la richiesta del visto d'ingresso che consentirà l'ingresso della moglie in Italia.

Dopodiché abbiamo anticipato i passi necessari per la richiesta del permesso di soggiorno.

Giuseppe ha anche esposto che la sua futura moglie è reduce da due divorzi ed è madre di due figli minori: del primo flglio, nato dal primo matrimonio, detiene l'esclusiva patria potestà, quindi la cosa non presenta particolari problemi per il trasferimento di questo figlio in Italia, al seguito della madre, mentre della seconda figlia c'è una situazione di patria potestà condivisa con il secondo ex-marito. Abbiamo spiegato a Giuseppe la necessità che il padre naturale della bimba acconsenta al trasferimento in Italia della figlia e la possibilità che Giuseppe e la futura moglie assicurino al padre naturale della bambina una possibile prosecuzione dei loro rapporti e la possibilità di vedere la figlia con una certa regolarità, cosa che potrebbe indurre l'uomo a firmare l'atto di assenso senza il quale la bimba non potrebbe viaggiare e vivere in Italia al seguito della sola madre.

Da ultimo abbiamo specificato a Giuseppe che la richiesta dei visti, quella dei permessi di soggiorno e tutto il resto dovrà necessariamente moltiplicata per ognuna delle persone russe che verranno nel nostro Paese, per la moglie come ricongiungimento col nuov marito e per entrambi i figli come ricongiungimento familiare con la madre.

In futuro anche i due suddetti figli potranno ottenere, al pari della madre e sempre al suo seguito, la cittadinanza italiana, e sia la madre che i figli potranno usufruire della doppia cittadinanza.

Assicurata eventuale ulteriore assistenza, abbiamo invitato Giuseppe a prendere visione e ad iscriversi al Forum e/o al suo gruppo-Facebook, prendendo anche visione dei due vademecum sul matrimonio presenti nella nostra homepage, nel caso la situazione dovesse evolvere verso una eventuale decisione della coppia di celebrare le nozze in Italia.



 
Ultima modifica di n4italia il 27 Aprile 2020, 19:29, modificato 1 volta in totale 
n4italia - Profilo Invia Messaggio Privato  
n4italia [ 27 Aprile 2020, 18:48 ]
 


Consulenza Telefonica Sul Matrimonio In Russia, Con Una Ragazza Madre Di Due Figli Da Due Precedenti Unioni
Commenti
Mostra prima i messaggi di:    
 
Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1