SOS Sperando Di Non Sbagliare Reparto


Titolo: Re: SOS Sperando Di Non Sbagliare Reparto
Il Consolato Turco non mi dice di no e chissà....ti incollo quello che mi hanno detto....io non so se i dpcm vengono pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale ma se avverrà glielo mando anch'io

Il nuovo decreto non è ancora stato firmato e non è ancora a nostra disposizione. Non appena lo potremo visionare saremo in grado di risponderle con più accuratezza.

Purtroppo non possiamo darle informazioni certe su anticipazioni di stampa...può contattare il nostro ufficio visti domani dalle 14 alle 15 e30 ora locale

Profilo PM  
Titolo: Re: SOS Sperando Di Non Sbagliare Reparto
Qui sotto un comunicato dell'Ambasciata Italiana di Mosca, pubblicato pochi minuti fa sulla relativa pagina-Facebook, in merito alla possibilità di ricongiungimento per persone che abbiano una relazione stabile con cittadini italiani:

AVVISO DPCM 8 SETTEMBRE 2020
Ai sensi del DPCM 8 settembre 2020, è ammesso l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio/abitazione/residenza di una persona (di cui alle lettere f e h del DPCM del DPCM 7 agosto 2020), anche non convivente, con la quale vi sia una comprovata e stabile relazione affettiva. La relazione affettiva riguarda esclusivamente le coppie e non i familiari.
Gli interessati potranno prendere appuntamento presso il centro visti Vms https://italy-vms.ru/fissare-un-appuntamento/ per presentare la domanda di visto di turismo/visita a familiari e amici.
Oltre alla documentazione prevista per richiedere un visto di turismo/visita a familiari e amici https://italy-vms.ru/documentformsk...sto-turistico/, dovrà essere presentata: 1) una dichiarazione di responsabilità della parte invitante sulla durata e stabilità della relazione affettiva, accompagnata da copia di un valido documento di identità; 2) una richiesta sottoscritta per ottenere una nota di accompagnamento consolare fine di facilitare l’imbarco.
Coloro che sono già in possesso di valido visto Schengen, potranno ottenere la nota di accompagnamento consolare, facendone richiesta all’indirizzo ed allegando alla mail copia del passaporto, del visto in possesso e della suindicata dichiarazione di responsabilità della parte invitante sulla durata e stabilità della relazione affettiva, accompagnata da copia di un valido documento di identità.
È altresì consigliabile recarsi in Italia con volo diretto, ove possibile.
Si attira l’attenzione di tutti i richiedenti sull’obbligo di quarantena (14 giorni) previsto per possessori di visto turistico.
Come previsto dall’articolo 76 del Testo Unico in materia di documentazione amministrativa, chiunque rilasci dichiarazioni mendaci è tenuto a rispondere per reato di falso ai sensi del Codice penale e delle leggi speciali in materia.
Le presenti disposizioni si applicano dalla data dell’8 settembre 2020 e sono efficaci fino alla data del 7 ottobre 2020.
Ai sensi del DPCM 8 settembre 2020, è fatto obbligo a chiunque si rechi in territorio italiano di presentare il test molecolare o antigenico, per mezzo di tampone, con esito negativo.
https://www.facebook.com/ambmosca/posts/4692500784124104

Titolo: Domanda Forse Strana Ma Se Qualcuno Lo Sa...ringrazio Anticipatamente
Innanzitutto vi ringrazio tutti per l'aiuto che mi/ci state dando, in modo speciale Roberto al quale devo molto, ma e lui mi capirà leggendomi io se possibile vorrei una conferma:

- La mia amica Elena risiede a Penza 640 km. da Mosca 10 ore di amcchina e 13 quasi di treno. Ora Elena sostiene che all'Ufficio Visti di Pensa ovviamente sanno pochissimo, ma sopratutto non possono prendere le impronte digitali :-( pertanto lei sarà costretta a quanto pare a prenotarsi e recarsi a Mosca co tutte le carte sue e mie che le ho inviate come da vostre istruzioni sul sito (grazie ancora). E fin qua che cosa devo dire? Nulla a parte i disagi che può avere una persone ma quello che mi fa....è il DOPO

- Elena sostiene che quando tutto sarà pronto parlo del visto, dovrà recarsi DI NUOVO A MOSCA a ritirarlo perchè secondo lei (e io non ci credo ancora!!) non c'è altro modo di avere i documenti. Non al proprio domicilio e nemmeno a quell'Ufficio di Penza non so come si chiama diciamo Ufficio Visti

- Ora possibile che una persona debba fare 4 volte 700 km e per poi magari tornare a Mosca per venire in Italia? Io dico che è assurda una cosa del genere o no? Qualcuno sa come funziona una cosa del genere? Le distanze in Russia non sono quelle italiane. Il consolato a Samara è chiuso, a Kazan anche, e poi tutto dipende da Mosca ma per me ci dovrebbe essere un modo per "semplificare" le cose, qualcuno ....sa come? :-) Grazie Franco

Profilo PM  
Titolo: Re: Domanda Forse Strana Ma Se Qualcuno Lo Sa...ringrazio Anticipatamente
Diciamo che il viaggio a Mosca diventa necessario se a Penza (o in un'altra città più vicina di Mosca) non possono prendere le impronte digitali. Quindi UN viaggio a Mosca potrebbe toccarle.

Per quanto riguarda la restituzione del passaporto con il visto applicato - fermo restando che chi vuole può tornare al Consolato per ritirarlo - è prassi comune da diverso tempo che a chi abita lontano o relativamente lontano da Mosca o a chi avesse problemi per recarsi una seconda volta al Consolato, il tutto viene spedito solitamente al domicilio del richiedente.

L'unica possibilità che in questo periodo non vengano spediti potrebbe essere legata all'emergenza sanitaria, ma sembrerebbe assurdo far nuovamente viaggiare un numero considerevole di persone anziché far loro giungere direttamente il passaporto e quant'altro.

Una cosa sulla poca informazione del Centro-visti (o agenzia) di Penza: le Ambasciate e i Consolati hanno ricevuto le norme per questa tipologia di visti da due giorni e, a loro volta, devono diramare le disposizioni ai Consolati Onorari e ai Centri-visti sul territorio russo. Probabilmente tra qualche giorno anche a Penza sapranno qualcosa in più, rimane la possibilità o impossibilità di acquisire le impronte digitali.

Titolo: Re: SOS Sperando Di Non Sbagliare Reparto
Ciao, dopo un po' di tempo vi dico le novità e le riassumo:

1 - siamo diventati amtti con carte documenti inviti vari, email a Ambasciate Consolati telefonate whatsapp eccc...ecc...
2 - finalmente hanno concesso il visto a Elena per RICONGIUNGIMENTO COPPIE INTERNAZIONALI ma SOLO X 27 GIORNI (!!!) Non capiamo il motivo, a noi va anche bene per conoscerci diciamo fisicamente e di persona, ma se fosse stato un vero ricongiungimento? Volevano il biglietto anche di ritorno (???) Mah saremo noi strani :-(
3 - prenotato il biglietto per il 2/10 per un errore è stato preso il 2/11...casini proteste preghiere.. KLM Air France viene dato un volo sostitutivo il giorno 10/10 dalla durata di 16 ore visto lo scalo a Parigi :-( A furia di litigare, ho scritto a Altro Consumo e a Pay Pal (e devo dire che ha funzionato) perchè finalmente le hanno accordato un volo per il 9/10 partenza da Mosca...scalo a Amsterdam di 1 ORA (!) E PARTENZA PER VENEZIA insomma circa 6 ore e qualcosa :-)

****ora chiedo a qualcuno se per caso ha fatto la medesima rotta....visto che Elena non ha MAI VOLATO è in ansia per il discorso sia della lingua (russa) sia per il tempo che avrebbe di 1 ora per fare un altro ceck-in. Io ho provato a guardare le piantine dell'aeroporto ma non è facile capirci qualcosa. Se dico may day may day o SOS qualcuno recepisce? :-) A parte gli scherzi, siamo contenti, speriamo solo che la coincidenza sia possibile e rapida

****intanto vi ringrazio ancora e spero di poterlo fare con Elena vicino Cia Francoo

Profilo PM  
Titolo: Re: SOS Sperando Di Non Sbagliare Reparto
Bene..., intanto è positivo che possa venire in Italia. I soli 27 giorni..., ma..., misteri della burocrazia consolare...

Un'ora all'aeroporto di Amsterdam non è molto, anzi rischia di essere anche poco.

Appena sbarcata ed entrata nell'aerostazione, le conviene andare subito a verificare il gate del volo successivo sui primi display che si troverà davanti, poi proseguire speditamente (le indicazioni sono abbastanza chiare, anche se in qualche punto c'è da fare un po' di attenzione in più).

Per il passaggio della frontiera ci sono anche i varchi a controllo elettronico del passaporto: più di una volta ho visto persone russe i cui passaporti non venivano riconosciute, quindi il consiglio è di mettersi in fila da subito dove c'è l'addetto al controllo.

Se si trova in difficoltà può provare a chiedere aiuto a personale delle compagnie aeree, mostrando la carta d'imbarco.

Titolo: Re: SOS Sperando Di Non Sbagliare Reparto
Franco, fermo restando che sono contento della riuscita della questione e del futuro viaggio della signora in Italia (a proposito mi permetto d'invitarti, se non erro lei purtroppo dovrebbe essere già partita, al raduno del forum che si terrà il 22 novembre in provincia di rovigo), avrei una domanda da porti....leggendo il primo post che hai scritto si evince che la vostra conoscenza era solamente virtuale, seppure di lunga data....cosa avete dovuto produrre per avere il visto che dimostri la vostra relazione? Basta una semplice autocertificazione?

Grazie, Marco


Pagina 2 di 2


  
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Puoi inserire eventi calendario