Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18




Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiducia...
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiduciaria Per Chi Giunge Dalla Russia 
 
Claudio, nostro utente su Telegram, ha inviato un messaggio su quel social per sapere - per la sua fidanzata russa, prossimamente in arrivo in Italia sulla base delle norme per il ricongiungimento delle coppie bi-nazionali - quanto siano severi i controlli sull'effettivo rispetto della quarantena fiduciaria di 14 giorni da osservare.

Abbiamo risposto che i controlli direttamente da parte delle Autorità sanitarie (Ufficio Prevenzione dell'ASL o simili) alle quali va notificato l'arrivo e l'inizio del periodo di quarantena, possono variare da zona a zona, in base all'organizzazione specifica di quell'azienda sanitaria, mentre rimangono possibili controlli da parte delle Forze dell'Ordine, o su specifica richiesta delle Autorità sanitarie, oppure nell'effettuazione dei normali servizi su strada. Ovviamente, per la sua fidanzata, farsi trovare non a casa o in circolazione prima dei 14 giorni stabiliti e/o senza l'esito negativo di un eventuale test effettuato dopo l'arrivo nel nostro Paese (l'eventuale test negativo portato dalla Russia purtroppo non ha valore), significherebbe essere in difetto e incorrere nelle sanzioni previste. Naturalmente il primo controllo del caso sarà la data d'ingresso in Italia apposta sul passaporto.

Invitando l'amico Claudio a prendere visione anche del Forum, gli abbiamo assicurato la nostra eventuale futura assistenza.
 




____________
Per info urgenti: 392-6036655. Regolamento e contatti
I nostri social:
Gruppo uff. FB: www.facebook.com/groups/238976363105838
gruppo uff. VK: www.vk.com/club147775722
Twitter: Forum Russia-Italia
 
n4italia - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePage 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiduciaria Per Chi Giunge Dalla Russia 
 
n4italia ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Claudio, nostro utente su Telegram, ha inviato un messaggio su quel social per sapere - per la sua fidanzata russa, prossimamente in arrivo in Italia sulla base delle norme per il ricongiungimento delle coppie bi-nazionali - quanto siano severi i controlli sull'effettivo rispetto della quarantena fiduciaria di 14 giorni da osservare.

Abbiamo risposto che i controlli direttamente da parte delle Autorità sanitarie (Ufficio Prevenzione dell'ASL o simili) alle quali va notificato l'arrivo e l'inizio del periodo di quarantena, possono variare da zona a zona, in base all'organizzazione specifica di quell'azienda sanitaria, mentre rimangono possibili controlli da parte delle Forze dell'Ordine, o su specifica richiesta delle Autorità sanitarie, oppure nell'effettuazione dei normali servizi su strada. Ovviamente, per la sua fidanzata, farsi trovare non a casa o in circolazione prima dei 14 giorni stabiliti e/o senza l'esito negativo di un eventuale test effettuato dopo l'arrivo nel nostro Paese (l'eventuale test negativo portato dalla Russia purtroppo non ha valore), significherebbe essere in difetto e incorrere nelle sanzioni previste. Naturalmente il primo controllo del caso sarà la data d'ingresso in Italia apposta sul passaporto.

Invitando l'amico Claudio a prendere visione anche del Forum, gli abbiamo assicurato la nostra eventuale futura assistenza.


io posso parlare della mia esperienza personale che risale a fine agosto 2020. Sono tornato a casa di Milano da Mosca, ho subito contattato l'ASL come da procedura e mi hanno detto di riempire l'apposito questionario sul sito che mi hanno indicato. Al termine del questionario veniva fuori una scritta che diceva di misurarsi la febbre due volte al giorno e che avrei dovuto comunicare questi dati al personale di controllo che mi avrebbe contattato. Sono stato chiuso in casa tutti i 14 giorni, ma nessuno ha telefonato, nessuno ha bussato alla porta. Due mesi piu tardi, la moglie russa di un mio amico italiano di Milano, e' tornata dalla Russia, ha fatto i 14 giorni di quarantena e anche nel suo caso nessuno si e' fatto vivo.
Sarebbe interessante conoscere altre esperienze.
 



 
benito_red - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiduciaria Per Chi Giunge Dalla Russia 
 
benito_red ha scritto: [Visualizza Messaggio]
n4italia ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Claudio, nostro utente su Telegram, ha inviato un messaggio su quel social per sapere - per la sua fidanzata russa, prossimamente in arrivo in Italia sulla base delle norme per il ricongiungimento delle coppie bi-nazionali - quanto siano severi i controlli sull'effettivo rispetto della quarantena fiduciaria di 14 giorni da osservare.

Abbiamo risposto che i controlli direttamente da parte delle Autorità sanitarie (Ufficio Prevenzione dell'ASL o simili) alle quali va notificato l'arrivo e l'inizio del periodo di quarantena, possono variare da zona a zona, in base all'organizzazione specifica di quell'azienda sanitaria, mentre rimangono possibili controlli da parte delle Forze dell'Ordine, o su specifica richiesta delle Autorità sanitarie, oppure nell'effettuazione dei normali servizi su strada. Ovviamente, per la sua fidanzata, farsi trovare non a casa o in circolazione prima dei 14 giorni stabiliti e/o senza l'esito negativo di un eventuale test effettuato dopo l'arrivo nel nostro Paese (l'eventuale test negativo portato dalla Russia purtroppo non ha valore), significherebbe essere in difetto e incorrere nelle sanzioni previste. Naturalmente il primo controllo del caso sarà la data d'ingresso in Italia apposta sul passaporto.

Invitando l'amico Claudio a prendere visione anche del Forum, gli abbiamo assicurato la nostra eventuale futura assistenza.


io posso parlare della mia esperienza personale che risale a fine agosto 2020. Sono tornato a casa di Milano da Mosca, ho subito contattato l'ASL come da procedura e mi hanno detto di riempire l'apposito questionario sul sito che mi hanno indicato. Al termine del questionario veniva fuori una scritta che diceva di misurarsi la febbre due volte al giorno e che avrei dovuto comunicare questi dati al personale di controllo che mi avrebbe contattato. Sono stato chiuso in casa tutti i 14 giorni, ma nessuno ha telefonato, nessuno ha bussato alla porta. Due mesi piu tardi, la moglie russa di un mio amico italiano di Milano, e' tornata dalla Russia, ha fatto i 14 giorni di quarantena e anche nel suo caso nessuno si e' fatto vivo.
Sarebbe interessante conoscere altre esperienze.



Qui in Campania mia moglie è rientrata dal viaggio a Mosca il 19 novembre scorso. Come da dcpm,non potendo lei prendere mezzi pubblici,sono andato a prenderla io autorizzato con autocertificazione(eravamo in zona rossa). Avevo telefonato ai vigili urbani che,sulla questione,in modo alquanto superficiale,mi avevano detto di mandare un autista NCC con la barriera in auto perchè,altrimenti,anche io sarei dovuto restare in isolamento fiduciario.Quando gli ho fatto notare che mi sarebbe costato sui 600€ e che avrei mandato il conto loro....risata imbarazzata e stop. Così gli ho detto che me la sarei vista io e arrivederci. Poi,come da regolamento imposto da sua maestà diretta fb signore delle galessie De Luca,la Campania ha(aveva?)un numero verde da chiamare per i rientri dall'estero. Il sottoscritto lo ha contattato decine di volte senza risposta e,quindi,confrontatomi con un amico del posto che ha la moglie russa rientrata in costiera in piena estate(ed il quale aveva effettivamente ricevuto visita a casa dell'ASL per un tampone alla moglie e per la verifica dell'isolamento),mi sono limitato ad inviare PEC all'ASL nella quale indicavo il fatto che mia moglie stava rientrando e che da questa data a quella data sarebbe rimasta in isolamento a questo indirizzo. Mail ricevuta correttamente. Nessun controllo...zero....nada...ed il sottoscritto non è rimasto in isolamento con la moglie(che comunque aveva fatto tampone a Mosca)
 




____________
SBALORDITO IL DIAVOLO RIMASE QUANDO COMPRESE QUANTO OSCENO FOSSE IL BENE!
 
sorrento76 - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePageGalleria Personale 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiduciaria Per Chi Giunge Dalla Russia 
 
Qui in Campania mia moglie è rientrata dal viaggio a Mosca il 19 novembre scorso. Come da dcpm,non potendo lei prendere mezzi pubblici,sono andato a prenderla io autorizzato con autocertificazione(eravamo in zona rossa). Avevo telefonato ai vigili urbani che,sulla questione,in modo alquanto superficiale,mi avevano detto di mandare un autista NCC con la barriera in auto perchè,altrimenti,anche io sarei dovuto restare in isolamento fiduciario.Quando gli ho fatto notare che mi sarebbe costato sui 600€ e che avrei mandato il conto loro....risata imbarazzata e stop. Così gli ho detto che me la sarei vista io e arrivederci. Poi,come da regolamento imposto da sua maestà diretta fb signore delle galessie De Luca,la Campania ha(aveva?)un numero verde da chiamare per i rientri dall'estero. Il sottoscritto lo ha contattato decine di volte senza risposta e,quindi,confrontatomi con un amico del posto che ha la moglie russa rientrata in costiera in piena estate(ed il quale aveva effettivamente ricevuto visita a casa dell'ASL per un tampone alla moglie e per la verifica dell'isolamento),mi sono limitato ad inviare PEC all'ASL nella quale indicavo il fatto che mia moglie stava rientrando e che da questa data a quella data sarebbe rimasta in isolamento a questo indirizzo. Mail ricevuta correttamente. Nessun controllo...zero....nada...ed il sottoscritto non è rimasto in isolamento con la moglie(che comunque aveva fatto tampone a Mosca)[/quote]

sempre parlando della mia esperienza, per il viaggio dall'areoporto a casa, non c'e' stato nessun controllo, credo sia una cosa piu teorica che effettiva. In ogni caso un taxi da Malpensa a Milano dovrebbe costare un 80 euro, ma anche qui sarebbe utile conoscere altre esperienze
 



 
benito_red - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiduciaria Per Chi Giunge Dalla Russia 
 
credo che il taxi non si possa prendere , e' considerato mezzo pubblico e la norma prevede il rientro a casa solo con mezzo privato

sui controlli non saprei non ho esperienza diretta
 




____________
********************************************************
 
icipo76 - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Consulenza Telefonica Sui Possibili Controlli Durante La Quarantena Fiduciaria Per Chi Giunge Dalla Russia 
 
icipo76 ha scritto: [Visualizza Messaggio]
credo che il taxi non si possa prendere , e' considerato mezzo pubblico e la norma prevede il rientro a casa solo con mezzo privato

sui controlli non saprei non ho esperienza diretta


c'e' un aggiornamento da fare in base al parere di questo avvocato:

https://www.youtube.com/watch?v=kY009OqqPjU
 



 
benito_red - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Puoi inserire eventi calendario