Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18




Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
La Difficile Rinascita Del Tagikistan
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio La Difficile Rinascita Del Tagikistan 
 
17 agosto 2012
Stefano Grazioli, Russia Oggi
Dopo la guerra civile degli anni Novanta, l'ex repubblica sovietica è attraversata da nuovi scontri che scuotono Dushanbe e preoccupano Mosca

Dopo il crollo dell’Unione Sovietica il Tagikistan ha dovuto affrontare una lunga guerra civile che è durata cinque anni. Dal 1992 al 1997 la piccola repubblica è stata sconvolta da un conflitto che ha provocato quasi centomila morti e oltre un milione di profughi, un dramma dimenticato. Fu più una sanguinosa lotta tra regioni e tra clan che non un conflitto tra partiti ben definiti, tra vecchia nomenclatura comunista, islamisti e forze democratiche.

 

Dopo cinque anni il Presidente Emomali Rakhmon da una parte e il capo del Partito della rinascita islamica Said Nuri dall’altra siglarono la pace definitiva a Mosca. Ma le differenze, politiche, etniche, economiche e sociali tra le province di Khujand e Kulob con quelle del Gharm e del Gorno-Badakhshan, che erano state la miccia all’inizio degli anni Novanta, sono rimaste a covare sotto la cenere pronte a riesplodere alla prima occasione.

 

I violenti scontri con decine di morti nella provincia del Gorno-Badakhshan alla fine di luglio 2012, con l’esercito mandato dal capo di Stato Rakhmon, sempre in carica da vent’anni, a placare con le maniere forti gli spiriti bollenti dei warlords locali, sono il segnale che la regione è una polveriera pronta di nuovo a esplodere. La questione non riguarda solo Dushanbe, ma l’intera area centro asiatica, con i pericoli di contagio che corrono sui confini con l’Afghanistan e l’Uzbekistan.

 

La Russia guarda con apprensione lo sviluppo della situazione, anche per il fatto che in Tagikistan vi è la più grande base militare della Federazione all’estero (la numero 201, circa settemila soldati presenti) che è da mesi al centro delle trattative tra i due Paesi: come ha riportato l’agenzia di stampa Ria Novosti, Mosca vorrebbe prolungare la permanenza che scade nel 2012; l'ex vice ministro della Difesa Anatoli Antonov era stato in Tagikistan per studiare una soluzione e “esaminare le prospettive di sviluppo della cooperazione russo-tagika”.

 

Anche il Presidente russo Vladimir Putin, nel suo primo incontro con Rakhmon, dopo il suo ritorno al Cremlino, aveva già sottolineato l’importanza della collaborazione non solo a livello economico, ma proprio a livello militare, evidenziando come “gli interessi reciproci stanno diventando sostanziali e fondamentali”. La Russia è per il Tagikistan un partner importantissimo e Dushanbe potrebbe essere integrata nel progetto dell’Unione Euroasiatica, avviata proprio sotto l’egida di Putin e a cui si sono già unite Bielorussia e Kazakhstan.

http://russiaoggi.it/articles/2012/...stan_17087.html
 




____________
Per info urgenti: 392-6036655. Regolamento e contatti
I nostri social:
Gruppo uff. FB: www.facebook.com/groups/238976363105838
gruppo uff. VK: www.vk.com/club147775722
Twitter: Forum Russia-Italia
 
n4italia - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePage 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Difficile Rinascita Del Tagikistan 
 
Magari la magistratura delle zar di tutte le russie (anche di quelle che lo erano e DOVRANNO
tornare ad esserlo ) , nella sua magnanimità , aprirà uno speciale campo di lavoro ove
gli amministratori del Tagikistan ,potranno  trascorrere alcuni anni di ferie NON retribuite , mentre alcuni solerti funzionari di Mosca , gentilmente si sostituiranno a loro nella gestione della " cosa pubblica " tagika ...
 




____________
Gli uomini sono agitati e turbati, non dalle cose, ma dall’opinione che hanno delle cose.
(Epitteto)

Italia_Segreta
 
Ultima modifica di Ugo il 18 Agosto 2012, 12:52, modificato 1 volta in totale 
Ugo - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: La Difficile Rinascita Del Tagikistan 
 
Ugo ha scritto: [Visualizza Messaggio]
Magari la magistratura delle zar di tutte le russie (anche di quelle che lo erano e DOVRANNO
tornare ad esserlo ) , nella sua magnanimità , aprirà uno speciale campo di lavoro ove
gli amministratori del Tagikistan ,potranno  trascorrere alcuni anni di ferie NON retribuite , mentre alcuni solerti funzionari di Mosca , gentilmente si sostituiranno a loro nella gestione della " cosa pubblica " tagika ...



..........quale magnanimità, questi solerti funzionari...........   
 




____________
Per info urgenti: 392-6036655. Regolamento e contatti
I nostri social:
Gruppo uff. FB: www.facebook.com/groups/238976363105838
gruppo uff. VK: www.vk.com/club147775722
Twitter: Forum Russia-Italia
 
n4italia - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePage 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Puoi inserire eventi calendario