Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18




Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
Viaggiando Per La Russia → Gatčina
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio 
Messaggio Viaggiando Per La Russia → Gatčina 
 
Va in onda il programma “Viaggiando per la Russia”.

Oggi, gentili ascoltatori, vi invitiamo a visitare Gatčina, residenza della famiglia del granduca Paolo, futuro zar Paolo I, negli anni che precedettero la sua salita al trono.


 3ria_415662_preview
Photo: RIA Novosti


Gatčina si trova a 45 km a sud-est di San Pietroburgo. Secondo una credenza popolare il nome gatčina deriverebbe dall’unione delle parole gat’ e činnaja. Gat’ e’ un termine antico che significa palude e činnaja proviene dal verbo činit’ che vuol dire riparare. Effettivamente questo territorio era pieno di paludi e le strade che lo percorrevano avevano bisogno di continue riparazioni a causa della natura acquitrinosa del terreno.

Per la prima volta questa localita’ venne citata nel 1499 nel libro del censimento della citta’ di Novgorod. Nel lungo periodo di guerra fra la Russia e la Svezia questo territorio passava di volta in volta in mano all’uno o all’altro contendente fino ad essere inglobato definitivamente nell’Impero Russo dopo il trattato di Nystad del 1721.

La prima proprietaria della tenuta di Gatčina fu la sorella di Pietro il Grande, Natal’ja. Dopo la sua morte Gatčina passo’ a vari eredi fino a quando Caterina II la regalo’ al figlio Paolo. Il granduca la elesse a proprio luogo prediletto, installandovi la sua corte e vivendovi quasi da recluso in sdegnosa ma inoffensiva ostilita’ nei confronti della madre imperatrice. La convinzione di essere stato defraudato nei suoi diritti ereditari dalla madre, che si era proclamata imperatrice scavalcandolo nella successione al trono, sviluppo’ in Paolo non solo una forte avversione nei confronti di Caterina II ma anche l’idea ossessiva di  continui complotti orditi per eliminarlo. Per questo motivo Paolo, con la moglie Maria Fёdorovna, si installo’ a Gatčina allontanandosi dalla corte di San Pietroburgo e trasformando la tenuta in un’enorme caserma con un vero e proprio esercito sotto il suo personale comando.

Il palazzo di Gatčina originariamente era stato realizzato dall’architetto italiano Antonio Rinaldi in stile neoclassico, Paolo invece assunse un altro maestro italiano, Vincenzo Brenna, ordinandogli di modificare l’edificio adattandolo ai suoi gusti militareschi. Brenna aggiunse un piano al palazzo circondandolo da un fossato con ponte levatoio. Il palazzo inoltre venne munito di torri, scale segrete e passaggi sotterranei da utilizzare in caso di fuga, assumendo la foggia di un castello medievale. In effetti la passione militare del granduca ispiro’ ogni intervento di natura architettonica a Gatčina. Per esempio il prato antistante il palazzo fu trasformato in un piazzale per le esercitazioni militari e le parate comandate dal granduca stesso.

Il palazzo di Gatčina e’ austero all’esterno, ma gli interni, arredati con molti oggetti provenienti dall’Ermitage di San Pietroburgo, sono fastosi. Il palazzo ospita ricche collezioni di porcellane, di vestiti d’epoca, di quadri e di armi antiche. Una piccola curiosita’: le pietre utilizzate per costruire il palazzo di Gatčina cambiano colore a seconda dell’intensita’ della luce. Quando il cielo e’ grigio il palazzo assume un freddo colore grigio-acciaio, mentre nelle giornate di sole esso risplende di un caldo color oro-miele.

Il palazzo e’ collegato per mezzo di una galleria sotterranea ad uno dei numerosi laghetti situati nel parco circostante. E’ possibile ancora oggi percorrere questa galleria lunga 120 metri, pero’ vi consigliamo, gentili ascoltatori, di munirvi di una giacca perche’ anche d’estate nel passaggio sotterraneo fa molto freddo. E non dimenticate di salire in cima alle torri del palazzo, in una delle quali e’ situata la camera da letto di Paolo I.

Gli unici edifici a Gatčina che non ricordano le bizzarrie militari del granduca Paolo sono il Tempio di Venere e la Casa della Betulla.

Il tempio sorge su un isolotto artificiale del lago piu’ grande della tenuta, il c.d. Lago Bianco. E’ un edificio circolare che commemora la nascita di Afrodite dalla spuma del mare. L’interno del tempio e’ ricco di stucchi dorati, candelabri e anfore. L’affresco che ricopre il soffitto riproduce il tema del trionfo di Venere. Da qualunque parte si guardino i personaggi raffigurati c’e’ sempre la freccia di uno degli amorini rivolta verso il visitatore. Secondo una credenza se la punta della freccia e’ dorata allora la persona verso cui e’ indirizzata sara’ fortunata in amore; se invece la punta non e’ dorata allora la dea dell’amore non assicurera’ il suo favore. Prima di lasciare il Lago Bianco, gentili ascoltatori, non dimenticate di affittare una barca a remi per fare un giro romantico sulle sue acque cristalline.

Proprio di fronte all’isolotto, sulla riva del lago, sorge la Casa della Betulla progettata dall’architetto Brenna per Maria Fёdorovna che voleva una dimora intima e appartata per se’ e per il marito. Dall’esterno non sembra neanche una casa, ma una semplice catasta di legna. La porta d’ingresso non e’ visibile e cela l’alcova della coppia imperiale le cui pareti sono decorate con sete francesi e specchi che dilatano illusoriamente lo spazio. L’accesso alle altre stanze della casa e’ possibile solo attraverso una porta segreta posta dietro uno specchio.

Come di consueto vi diamo qualche consiglio sul percorso da compiere per giungere alla meta di oggi. Potete arrivare a Gatčina da San Pietroburgo col treno partendo dalla stazione Baltijskij: il viaggio dura un’ora e 15 minuti. In alternativa e’ possibile prendere il pullman n. 431 che parte dalla fermata della metropolitana Moskovskaja.

Siamo giunti, cosi’, al termine della nostra rubrica.

Vi aspettiamo, come sempre, fra due settimane con un nuovo itinerario turistico.

Salutandovi vi ringraziamo per la vostra cortese attenzione.

Con voi e’ stata Laura Venniro.


http://italian.ruvr.ru/radio_broadcast/6948822/46932261.html

Nella pagina linkata è disponibile il contributo audio.
 




____________
Per info urgenti: 392-6036655. Regolamento e contatti
I nostri social:
Gruppo uff. FB: www.facebook.com/groups/238976363105838
gruppo uff. VK: www.vk.com/club147775722
Twitter: Forum Russia-Italia
 
n4italia - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePage 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Puoi inserire eventi calendario