Home    Forum    Cerca    FAQ    Iscriviti    Login


La Storia del Forum

Cap: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18




Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione 
Pagina 1 di 1
 
 
Viaggiando Per La Russia → Smolensk
Autore Messaggio
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Viaggiando Per La Russia → Smolensk 
 
Va in onda il programma “Viaggiando per la Russia”

Oggi, gentili ascoltatori, vi invitiamo a visitare Smolensk, una citta’ legata alla memoria di Boris e Gleb, primi santi russi, e che nella sua storia ha avuto la sventura di cadere ben due volte sotto il dominio straniero.

 smolensk
Foto RIA Novosti


Smolensk dista da Mosca circa 400 km. E’ stata edificata su 5 alti colli e in prossimita’ di tre fiumi: il Volga, il Dvina e il Dnepr.

Il nome della citta’ deriva da quello della tribu’ slava che abitava questa zona: gli Smoljani. Essi godevano del vantaggio di vivere all’incrocio delle piu’ importanti arterie commerciali, vale a dire i fiumi, in particolar modo il Dnepr che univa la Russia a Costantinopoli. Il commercio era svolto interamente per mezzo delle vie fluviali, di conseguenza le imbarcazioni giocavano un ruolo decisivo, quindi non puo’ meravigliare che lo stesso nome “Smoljani” sia derivato dalla parola smolenie che significa catramatura, nel nostro caso, delle imbarcazioni.

Per la prima volta Smolensk viene citata nelle antiche cronache nell’862. Viene ricordata come una citta’ grande, popolosa e prospera grazie alla sua attivita’ commerciale e artigianale. Nell’882 venne annessa allo Stato di Kiev, il cui principe, Vladimir il Santo, procedette alla conversione degli Smoljani al cristianesimo.

Alla morte di Vladimir il Santo, avvenuta nel 1015, inizio’ una guerra civile. I suoi figli, posti a governare varie zone del regno, iniziarono a lottare per contendersi il trono. In questa lotta fratricida il primogenito Svjatopolk in principio riusci’ a trionfare sugli avversari per essere alla fine sconfitto dal fratello Jaroslav. Ma Svjatopolk in questa lotta si era macchiato di crimini indicibili fra i quali l’uccisione dei fratelli Boris e Gleb, successivamente consacrati santi dalla chiesa ortodossa.

Proprio vicino a Smolensk avvenne l’uccisione del principe Gleb. Dopo l’assassinio di Boris, Gleb, che in quel momento era a Murom, intraprese il viaggio verso Kiev. Quando stava navigando sul fiume Smjadynka, oggi scomparso, i sicari di Svjatopolk raggiunsero la sua barca nei pressi di Smolensk. Gleb avrebbe potuto opporre resistenza e difendersi, ma, come il fratello Boris, preferi’ non combattere. Quando arrivarono gli assassini la guardia armata di Gleb, presa dalla paura, non difese il principe. Su ordine dei malfattori il cuoco di Gleb lo uccise con un coltello. Questo avvenne il 5 settembre 1015.

Il culto di Boris e Gleb si diffuse immediatamente, ancora prima della loro canonizzazione ecclesiastica. Potrebbe essere difficile capirne il motivo. In effetti Boris e Gleb non erano martiri della fede, ma vittime di un delitto di natura politica. Ma e’ bene sapere che con la canonizzazione di Boris e Gleb nasce un nuovo tipo di santita’ prettamente russo che si discosta completamente dalla santita’ abituale cristiana. La chiesa ortodossa venera anche un gruppo di santi definiti strastoterpcy (i sofferenti), cioe’ coloro che hanno patito innocentemente cosi’ come Cristo senza colpa aveva sofferto per la salvezza dell’umanita’. Questo tipo di santita’ puo’ essere definito come rassegnazione o non resistenza alla morte. Furono quindi elevati alla gloria degli altari poiche’ accettarono la morte con mitezza piuttosto che prendere parte al conflitto fratricida. Boris e Gleb sono diventati i santi patroni e difensori della Russia. Nella preghiera a loro dedicata li si invoca con queste parole: “Voi siete la nostra arma, il suolo russo vi ha eletti come sostegno e baluardo di difesa. Spodestate con il vostro coraggio gli invasori.”

La Russia di Kiev era stata forte e potente, ma la sua caduta aveva determinato un indebolimento generale dello stato russo favorito anche dalle lotte intestine e dalle invasioni esterne. Della fragilita’ della Russia ne approfitto’ la Lituania che inizio’ ad espandersi sui territori prima kieviani e fra questi c’era anche Smolensk. Nel 1404 i lituani assediarono la citta’ per 3 mesi senza riuscire a prenderla. Quando il principe di Smolensk lascio’ la citta’ per andare a chiedere rinforzi a Mosca i traditori la consegnarono al nemico. Smolensk rimase sotto il dominio lituano 110 anni. I lituani furono benevoli nei confronti della popolazione russa: a Smolensk il commercio si sviluppo’ ulteriormente e il carattere russo della citta’ venne preservato assieme alla posizione e ai privilegi della chiesa ortodossa e degli aristocratici. Smolensk ritorno’ alla Russia solo nel 1514.

Ma gia’ nel XVII secolo Smolensk cadde nuovamente in mano nemica. Nel 1609 i polacchi, dopo aver dichiarato la guerra alla Russia, cinsero d’assedio la citta’. I difensori di Smolensk bloccarono eroicamente l’avanzata polacca in territorio russo. Una guarnigione di soli 4000 uomini resistette per circa 2 anni all’assedio, ai bombardamenti e ai continui assalti. Tutto cio’ grazie alla saldezza delle mura della fortezza e al valore dei cittadini. I polacchi riuscirono a prendere la citta’ solo nel 1611. Degli 80000 abitanti di Smolensk erano rimasti vivi meno di 8000. La citta’ resto’ 43 anni sotto il potere polacco per essere poi riconquistata nel 1654 dallo zar Aleksej Michajlovič.

Gentili ascoltatori, quando sarete a Smolensk, potrete visitare la fortezza. In origine essa era costruita in legno di rovere. Ma la minaccia di invasioni straniere rese necessaria la costruzione di un complesso edilizio piu’ sicuro. All’inizio del XVII sec. fu terminata la nuova fortezza in pietra, dotata di 38 torri e di mura difensive lunghe piu’ di 6 km e spesse 6 metri, con un’altezza che variava da 13 a 19 metri. Pero’ gia’ nel XIX  secolo la fortezza si trovava in un totale stato di abbandono e iniziarono cosi’ i lavori di restauro che tuttora continuano. In certi punti si puo’ salire sulle mure fortificate e camminarci: fatelo anche voi e godetevi il panorama della citta’!

Non dimenticate di visitare la Cattedrale dell’Assunzione. L’edificio originario che risaliva al 1103 fu distrutto durante l’occupazione polacca. I lavori di ricostruzione iniziarono nel 1676 e durarono quasi 100 anni a causa della mancanza di mezzi finanziari. La Cattedrale ha 5 cupole ed e’ cosi’ grande da poter contenere 5000 persone. In essa e’ conservata l’icona della Madre di Dio di Smolensk e nella cappella laterale e’ esposta l’icona della Madre di Dio di Gerusalemme. L’iconostasi, alta 28 metri, e’ un gioiello dell’arte incisoria e furono necessari 10 anni per costruirla.

Come di consueto vi diamo qualche indicazione su come giungere a Smolensk. Da Mosca vi potrete arrivare in treno o in pullman partendo dalla stazione Belorusskaja: il viaggio, qualunque mezzo sceglierete, durera’ mediamente 6 ore. Da S. Pietroburgo il percorso e’ naturalmente piu’ lungo, e con il treno, dalla stazione Moskovskaja, giungerete a Smolensk in 14 ore.

Siamo giunti, cosi’, al termine della nostra rubrica.

Vi aspettiamo, come sempre, fra due settimane con un nuovo itinerario turistico.

Salutandovi vi ringraziamo per la vostra cortese attenzione.

Con voi e’ stata Laura Venniro.


http://italian.ruvr.ru/radio_broadcast/6948822/47114834.html


Nella pagina linkata è disponibile il contributo audio.
 




____________
Per info urgenti: 392-6036655. Regolamento e contatti
I nostri social:
Gruppo uff. FB: www.facebook.com/groups/238976363105838
gruppo uff. VK: www.vk.com/club147775722
Twitter: Forum Russia-Italia
 
n4italia - ProfiloInvia Messaggio PrivatoHomePage 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Viaggiando Per La Russia → Smolensk 
 
Una segnalazione per chi s'interessa alla storia russa: oggi alle 12-40 al canale Kultura e` in onda un film dedicato ad un monumento famosissimo  di Smolensk cioe`  alle mura antiche della citta`: "Stena" - Стена

http://smolensk-i.ru/culture/premer...e-kultura_21782

 1361520859_280817

 1361520890_405495

  smolensk4
 



 
Luda Mila - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Rispondi Citando   Download Messaggio  
Messaggio Re: Viaggiando Per La Russia → Smolensk 
 
Grazie ragazzi delle segnalazioni.

Gringox
 




____________
Russia Italy Forum
 
gringox - ProfiloInvia Messaggio Privato 
Torna in cimaVai a fondo pagina
Mostra prima i messaggi di:    
 

Nuova Discussione  Rispondi alla Discussione  Pagina 1 di 1
 




 
Lista Permessi
Non puoi inserire nuovi Argomenti
Non puoi rispondere ai Messaggi
Non puoi modificare i tuoi Messaggi
Non puoi cancellare i tuoi Messaggi
Non puoi votare nei Sondaggi
Non puoi allegare files
Non puoi scaricare gli allegati
Puoi inserire eventi calendario